Val Del Chiese
Un lavoro da mamma…
lug
22
2013

Un lavoro da mamma…

Si pensa che una vita in malga sia fatta solo di sacrifici e durezze, tante scomodità e lavoro sodo. Poco tempo per gli affetti e il divertimento. Andate alla Malga Stabolone di Sopra da Mandra, e cambierete idea.

Siamo alla fine della Val di Daone, di fronte alle imponenti pendici meridionali dell’Adamello. Ma siamo soprattutto in un mondo umano tra i più affascinanti di tutto il Chiese. Non che la vita di Mandra e della sua famiglia sia facile e comoda, ma qui davvero si respira una serenità non comune.

Di solito i cani pastori sono bestie aggressive. Qui no, ti accolgono scondinzolando alla ricerca di una carezza. “Dipende da come li tratti – dice il marito di Mandra – noi crediamo che possano fare bene il loro lavoro anche senza prendere bastonate”.

Poi ci sono i figli, un ragazzo e due bimbe. Mandra ci racconta di aver ricevuto critiche da altre mamme. Se le tue figlie passeranno tutta l’estate in alta montagna non impareranno a socializzare, le hanno detto. Eppure appena si arriva alla Stabolone, la più piccola ti spiega del libro a figure che sta leggendo e ti accompagna a prendere i fiori nel prato a fianco della stalla. Nessuna timidezza verso gli ospiti. “In realtà qui non siamo isolati, ma sempre pronti ad accogliere chi vuole comprare il nostro formaggio rispettando i ritmi della nostra vita. è una vita che amiamo molto, i nostri figli lo capiscono e si sentono amati per quanto possiamo dargli, proprio grazie a questa vita”.

Mandra infatti spiega che ha deciso di fare la malgara proprio perché questo lavoro le concede la possibilità di stare sempre con la sua famiglia. “Io sono qui, sto lavorando ma sono qui. In ogni momento i miei figli possono entrare e parlare con me. Se lavorassi in ufficio, questo non sarebbe possibile. Davvero non c’è modo migliore per passare l’estate con la propria famiglia!”

Immagine Allegata
POSTATO IN: sapori, turisti | 22 luglio 2013 - 6,47
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento