Val Del Chiese
Mariapia e i Mercatini di Natale di Cimego
ott
26
2015

Mariapia e i Mercatini di Natale di Cimego

Un antico borgo, la sua storia e le sue leggende…

Le Streghe, Frà Dolcino e un’atmosfera natalizia carica di storia.

Sono questi alcuni degli elementi che caratterizzanno la trasformazione cui il piccolo quartiere di Quartinago, nel comune di Cimego, assiste durante i weekend nel periodo che va dalla fine di novembre alla settimana Santa grazie ai Mercatini di Natale di Cimego.

Una tradizione che scopriamo con Mariapia Mora, infermiera di Storo che partecipa a questo appuntamento non solo come espositrice, con la sua azienda agricola di famiglia, ma anche come rappresentante degli espositori all’interno del direttivo.

Borgo Cimego Mercatino di Natale

In occasione del “Natale trentinoghirlande, fiaccole e tappeti rossi adornano le cantine, i vòlt e le vie del paese che si presenta così “vestito a festa” «in questo modo – spiega Mariapia – tutti gli abitanti hanno la possibilità di far conoscere la storia delle proprie case e di valorizzarla, mentre per i visitatori la sensazione è quella di tornare indietro nel tempo».

A garantire il successo dell’appuntamento vi è poi la trasformazione natalizia in sè: un passaggio che gli organizzatori monitorano e coordinano continuamente, creando ad esempio originali addobbi in legno e ghirlande  «cui partecipano attivamente – prosegue Mariapia – i singoli espositori che si impegnano ad addobbare al meglio la propria cantina utilizzando elementi naturali e proponendo prodotti “di nicchia”».

Caratteristiche a cui si aggiunge la particolarità del borgo stesso «Quartinago - sorride Mariapia – oltre ad essere bellissimo è un quartiere ampio e facile da girare che si presta quindi ad una manifestazione come questa. Inoltre, i visitatori possono scoprire non solo prodotti artigianali e locali, ma anche una chiesetta stupendaCasa Marascalchi».

Cimego Mercatino di Natale polenta

I Mercatini di Natale di Cimego per Mariapia hanno inoltre una duplice funzione «da una parte – spiega – ci permettono di far conoscere e promuovere i nostro prodotti, ad esempio nel nostro caso un buon miele, ma anche la farina di Storo o l’oggetto di artigianato di professionisti e di hobbisti. Dall’altra sono sicuramente una bella occasione per realizzare qualcosa di diverso per la Valle del Chiese».

Infine, sottolinea «si tratta di una manifestazione che ci ha arrichito personalmente e in cui sentiamo il bisogno di metterci in gioco cercando di farla crescere ancora di più e trovando stimoli nuovi e originali per renderla sempre diversa. Adesso, ad esempio, puntiamo ad incrementare, di una decina, il numero di espositori».

Streghe di Cimego

Insomma, una manifestazione nata con la voglia di valorizzare Quartinago, un borgo bellissimo e antico che trasuda di storia, dove è possibile riscoprire anche tradizioni e leggende del passato. Durante i weekend infatti non mancano le proposte legate agli antichi mestieri ed alle rievocazioni.

«Il comune di Cimego – conclude Mariapia – è legato alle streghe e a Frà Dolcino quindi dedichiamo una giornata a questi temi. Un altro appuntamento molto apprezzato è invece legato alla grappa e alla dimostrazione della sua distillazione con un grande alambicco».

Tanti piccoli accorgimenti che riescono a rendere il Natale di tutti i visitatori un momento unico e speciale.

   
POSTATO IN: Senza categoria | 26 ottobre 2015 - 17,34
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento