Val Del Chiese
La passione di Matteo per api e miele
ago
06
2014

La passione di Matteo per api e miele

Quando la passione si trasforma in lavoro

Potremmo sintetizzare così la filosofia che accompagna Matteo Mora, classe ’91, sia nella vita che nel lavoro.

Matteo è infatti apicoltore e la sua, per le api, è una vera e propria passione «mi dedico alle api da quando sono piccolissimo, anzi in realtà ho sempre vissuto con le api visto che mio papà le ha da 30 anni».

Apicoltura Mora

Una passione che assieme alla mamma, al papà, alla sorella e al fratello cerca di trasmettere anche ai più piccoli attraverso incontri e laboratori.

«Durante questi laboratori – spiega Matteo – i bambini possono imparare a fare una candelina di cera, ma soprattutto capiscono come si muovono le api attraverso la camera di volo e si gustano una buona merenda con pane e miele».

Appuntamenti durante i quali non manca qualche “dritta” sulla loro storia e sulle loro abitudini questo perchè, continua Matteo «vogliamo far capire cosa mangiano e cosa fanno le api e cercare di spiegare il ciclo del miele».

Arnie e miele

Oggi Matteo è circondato da 120-130 alveari e dai piccoli frutti. Ama il suo lavoro soprattutto quando, aggiunge «dobbiamo recuperare uno sciame. Anche se può sembrare pericoloso – sottolinea sorridendo Matteo – se si sa quello che si fa e si hanno le giuste protezioni non ci sono problemi. Anzi, in realtà quando si alzano è difficile che pungano».

Nonostante le sue giornate siano piuttosto lunghe Matteo non si lamenta «è vero – racconta – si parte la mattina verso le 7 del mattino e, a volte, si termina anche alle 10 della sera, ma non vorrei fare altro anche perchè ogni giorno è a sè. Facciamo sempre qualcosa di diverso e, anche se è un impegno importante, ne vale la pena soprattutto quando vediamo che, in primavera, nelle casse c’è una buona covata».

Apicoltura e miele

Una passione che dà i suoi frutti «la nostra attività è in crescita – aggiunge Matteo – e la richiesta di miele è sempre più alta. L’importante è puntare sulla qualità cercando di produrre miele caratteristico».

   
POSTATO IN: Senza categoria, turisti | 6 agosto 2014 - 16,23
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento