Val Del Chiese
La “magia” del pane fatto in casa di Ivana.
apr
19
2014

La “magia” del pane fatto in casa di Ivana.

Il pane è buono, ma fatto con le proprie mani lo è ancora di più!

Chiudete gli occhi e immaginate di immergervi nel profumo del pane fatto in casa.

Bene, questa è l’atmosfera giusta per scoprire il laboratorio del Pane Frà Dolcino al mulino di Rio Caino con Ivana Franchini, un’amante di questa tradizione.

Un laboratorio che, come sottolinea Ivana «piace molto, soprattutto ai più piccoli che possono giocare e allo stesso tempo imparare qualcosa di pratico».

i laboratori con ivana
Un laboratorio esperenziale che va dalla preparazione degli ingredienti alla cottura del pane.

Incontri durante i quali, sottolinea Ivana «spiego quali sono gli ingredienti che servono per fare il pane, ovvero lievito, farina e acqua e aggiungo qualche informazione sulla funzione del lievito e sul processo di lievitazione».

Si tratta però solo di una breve presentazione perchè per entrare nel vivo bisogna avere “le mani in pasta”… nel senso letterale del termine.

«Si scioglie il lievito, si aggiunge la farina… e poi si comincia ad impastare».

laboratorio Pane di Fra Dolcino

Si passa infine alla fase di cottura e a quella che, secondo Ivana, è la parte più apprezzata da grandi e piccini: l’assaggio.

«Quando facciamo questi laboratori sono tutti entusiasti, sia i bambini che gli adulti, forse perchè – aggiunge  sorridendo – alla fine hanno la possibilità di mangiare il loro pane e si sà, il pane è buono, ma quando l’hai fatto con le tue mani lo è ancora di più».

Via libera anche alla creatività, ognuno può infatti sbizzarrirsi nella realizzazione di 3 piccole creazioni di pasta… che siano trecce oppure elemento decorativi.

laboratorio pane fra dolcino

La “magia” del pane fatto in casa per Ivana non si limita solo a questi laboratori, anzi: la sua è una tradizione ormai trentennale.

«Fare il pane  per me è un momento di relax e lo è sempre stato fin da quando ho imparato».

Non è un caso dunque che, nelle stanze della sua casa, a Condino il rituale del pane riviva ogni venerdì, «eccezion fatta – aggiunge ridendo – per il venerdì santo, per me e la mia famiglia, dall’85, questo è il giorno del pane e della pizza ed è anche un’ottima occasione per invitare amici e familiari».

Pane che, ogni volta può essere diverso grazie a qualche piccolo accorgimento «basta arricchirlo – suggerisce Ivana – con qualche ingrediente in più tipo sementi, lino, sesamo, finocchi e cipolle».

Un prodotto che, talvolta,  per la gioia di amici e parenti si trasforma anche in un genuino e gustoso regalo.

   
POSTATO IN: sapori, turisti, una volta | 19 aprile 2014 - 14,34
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento