Val Del Chiese
Ezio, factotum di malga
set
09
2013

Ezio, factotum di malga

Una cosa bella del Chiese, è che anche chi fa un lavoro normale, spesso poi fa qualcos’altro di particolare… è anche grazie a gente come Ezio che Mondo Contadino è così interessante.

È il caso di Ezio Valenti, dipendente del Comune di Bondo, con funzioni di factotum. Noi per esempio lo abbiamo incontrato quando aveva appena finito di organizzare una squadra di ragazzi impegnati nei lavori socialmente utili. “Ragazzi in gamba, in una mattinata dipingeranno tutta la sala del Comune, e domani si passa a tagliare l’erba ai bordi della strada”, dice Ezio, che ha la caratteristica di essere sempre di buon umore, sempre positivo, sempre disponibile.

Caratteristiche che gli tornano sicuramente utili anche quando d’estate aiuta il fratello nella gestione di ben tre malghe. “Bello notare che oggi in tutto il mondo delle Malghe del Chiese siamo solo italiani, fino a qualche anno fa si impiegavano spesso cittadini extracomunitari, ma da qualche tempo siamo tornati a questo lavoro, che è faticoso ma in grado di dare molte soddisfazioni”.

Certo, la crisi avrà fatto la sua parte, meno lavoro in città avrà spinto qualcuno ad “accontentarsi”. Ma secondo Ezio molte persone sono attratte dalla malga per via di un ripensamento più profondo e positivo. “Penso che si stia facendo largo una cultura sociale più sostenibile, meno legata ai soldi e più alla qualità della vita. Poi oggi, giustamente, le malghe hanno anche tante comodità e la vita in alpeggio non è più così dura e isolante come in passato. Alcuni malgari portano su la famiglia. È il giusto equilibrio tra tranquillità e possibilità di stare con gli altri”.

Insomma, mestieri tradizionali che rispondono a nuovi bisogni, non solo di prodotti ma anche di lavori genuini.

 

Immagine Allegata
POSTATO IN: sapori, una volta | 9 settembre 2013 - 9,47
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento