Val Del Chiese
Eventi e Sagre con Alberto e Davide
lug
15
2015

Eventi e Sagre con Alberto e Davide

Eventi e manifestazioni permettono non solo di far divertire, ma anche di mantenere “vivo” il paese…

Divertire e intrattenere i residenti e i turisti, per Alberto Bazzoli e Davide Pandolfi, rispettivamente presidente e segretario della Pro Loco di Roncone, sono infatti solo due degli obiettivi che le Pro Loco devono raggiungere.

«La Pro Loco – spiegano – ti permette soprattutto di unire più persone e vivere il paese “dalla parte degli organizzatori“».

Un “mondo” fatto sì di sagre e di eventi stagionali da organizzare e da presidiare ma che, come sottolinea Alberto, classe ’89 di Roncone, «ti permette da una parte di conoscere altre persone, che hanno idee ed età diverse dalle tue e dall’altra di collaborare con altre associazioni per creare qualcosa di nuovo. Ogni associazione ha il suo campo. Il nostro, come Pro Loco, è quello di mantenere vivo il paese».

Grandi e piccoli appuntamenti legati all’enogastronomia, alla tradizione e al divertimento ovvero «feste – aggiunge Alberto – che si dividono non solo per “dimensioni”, alcuni  grandi come Tasta e Gusta oppure Contrade sul lago, e altre più piccole “di contorno“, ma anche anche per il “target” a cui si riferiscono».

Fondamentale per loro un elemento in particolare «pur essendo un’associazione legata alla tradizione – continua Alberto – non si deve smettere di cercare nuovi spunti, noi cerchiamo innanzitutto di portare avanti le tradizioni “rinnovandole”».

«La volontà – gli fa eco Davide,  classe ’92 di Roncone – è quella di mantenere le tradizioni con cui siamo cresciuti, per noi, ad esempio, le Contrade erano un appuntamento imperdibile, non vedevi l’ora che arrivassero».

Ora invece, come spiega sorridendo Alberto «c’è l’ansia della preparazione perchè oltre alla festa, si vuole cercare di riportare quell’entusiasmo e quella voglia di sana rivalità che c’era in tutto il paese. Un obiettivo che speriamo di raggiungere portando ogni volta qualche novità. Nel caso delle Contrade, ad esempio, con l’introduzione della regata femminile e dei tornei per i bambini».

Al di là dell’impegno che, come confermano Alberto e Davide «è tanto, abbiamo capito che ci si riesce a divertire anche stando dall’altra parte».

Inoltre, non mancano le soddisfazioni, personali e di gruppo «sono molte le persone del paese che ci fermano per ringraziarci – spiega Davide – e anche quelle che lavorano con noi».

Certo alcune difficoltà oggettive ci sono «non è sempre facile – conclude Alberto – riuscire a tenere unito il gruppo anche se il nostro è un direttivo giovane, ma è un impegno che ti permette di divertirti, fare gruppo, maturare e imparare a gestire al meglio il tempo».

   
POSTATO IN: Senza categoria | 15 luglio 2015 - 7,31
Scrivi un commento
Il commento sarà pubblicato solo dopo la moderazione.




Invia Commento